Catania: prostituzione nei centri massaggi cinesi, due arresti

1' di lettura 08/10/2020 - Sgominata dalla polizia di Catania un’organizzazione dedita allo sfruttamento della prostituzione e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di donne cinesi.

L’organizzazione, composta da cittadini cinesi residenti da anni a Catania gestiva un vasto giro di prostituzione in diversi centri massaggi di Catania e della provincia, ma anche in altre città come Enna e Palermo. Le prestazioni sessuali erano offerte da donne cinesi che erano autorizzate ad effettuare prestazioni estetiche o massaggi. Al vertice dell'organizzazione il 40enne Yashun Lin, arrestato dagli uomini della Squadra mobile e posto ai domiciliari, così come una sua connazionale.

Secondo quanto accertato, l'organizzazione da un lato era dedita allo sfruttamento della prostituzione, dall'altra svolgeva attività di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina di donne cinesi da avviare alla prostituzione nei centri. L’attività criminale era stata sospesa durante il lockdown, ma era pienamente ripartita da maggio. Indagini sono ancora in corso per individuare altri complici.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2020 alle 12:33 sul giornale del 09 ottobre 2020 - 185 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, prostituzione, centri massaggi, articolo